08 Feb 2019

Progetto STAY: nuove opportunità formative per gli studenti umbri

Un’esperienza tirocinio lavorativa all’estero, gratificante e qualificante.

Un’occasione di crescita personale, professionale e, nel contempo, di arricchimento di competenze linguistiche e di integrazione: tutto questo è STAY (Smart Tourism Against Youth Unemployment in Umbria), il progetto europeo Erasmus+ ka1 partito lo scorso 9 ottobre.

Durante l’incontro del 30 Gennaio, a Perugia, presso l’ITET CAPITINI, a cui hanno partecipato gli studenti delle cinque scuole umbre, sono state presentate le attività e le modalità lavorative giornaliere, ma anche consigli pratici sul come muoversi in una città straniera in tutta sicurezza. L’obiettivo del programma, infatti, è duplice: formare e preparare gli studenti al futuro mondo del lavoro, in ottica europea e permettere di sviluppare una esperienza dove incrementare capacità di problem-solving, instaurare nuove amicizie con ragazzi di cultura diverse e perfezionare le capacità linguistiche in chiave lavorativa.

Grazie al progetto STAY 120 studenti di 5 istituti superiori di secondo grado della regione Umbria, effettueranno tirocini formativi presso 80 imprese dislocate rispettivamente in 10 paesi esteri. Tra le scuole che invieranno i propri studenti l’ITET Capitini,che ha ospitato l’evento di presentazione, l’istituto “Polo Bonghi” di Assisi, l’IISPTC “A.Casagrande – F.Cesi” di Terni, l’istituto Omnicomprensivo “Rosselli- Rasetti” di Castiglion del Lago e l’IIS tecnico professionale di Spoleto. Gli studenti degli istituti selezionati avranno l’opportunità di mettere in pratica le competenze proprie del loro percorso di studi: amministrazione, finanza e marketing, sistemi informativi aziendali, relazioni internazionali e marketing tecnico turistico. Dieci le destinazioni europee dove si terranno le esperienze di tirocinio: Spagna, Slovenia, Francia, Polonia, Malta, Germania, Repubblica Ceca, Grecia, Regno Unito e Cipro.

Si potrebbe dire che il progetto STAY possiede in se una doppia valenza: permette allo studente di dimostrare le proprie capacità individuali e professionali, durante un’esperienza condivisa con gli altri partecipanti.

Leave a Comment