19 Mar 2020
Coronavirus comportamenti da seguire

Emergenza CORONAVIRUS – Comportamenti da seguire

L’Italia intera sta attraversando un momento di difficoltà e paura a causa del Nuovo CORONAVIRUS. Per riuscire a superare questo momento c’è bisogno della collaborazione di tutti i cittadini. Vogliamo dunque invitare tutti quanti a seguire le norme sanitarie di sicurezza essenziali per contenere l’epidemia.

Noi del consorzio ITACA abbiamo deciso di fare la nostra parte abbandonando momentaneamente il nostro ufficio ma continuando a lavorare, più forti che mai, ognuno dalla propria abitazione. NOI RESTIAMO A CASA per tutelare la salute nostra e delle altre persone. Solo così, distanti ma uniti, riusciremo a superare al meglio ed il prima possibile questo periodo di emergenza consapevoli che #andràtuttobene.

 

Comportamenti da tenere per proteggere te stesso e gli altri dal Nuovo CORONAVIRUS.

Ecco qui una lista di semplici ma necessarie accortezze da tenere consigliate direttamente dagli esperti dell’OMS.

1. Lavati spesso le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi oppure con un disinfettante per mani a base di alcol al 60%. Le mani toccano molte superfici e possono raccogliere virus, questo semplice gesto, aiuterà ad uccidere virus che potrebbero essere sulle mani.

2. Mantieni una distanza di almeno 1 metro (3 piedi) dagli altri. 1 metro rappresenta la distanza di sicurezza minima da rispettare quando ci si ritrova nello stesso luogo con altre persone. Quando qualcuno tossisce o starnutisce troppo vicino a noi, le piccole gocce di liquido provenienti dal naso o dalla bocca possono raggiungere l’altra persona, trasmettendole così le malattie virali che ha, incluso il Coronavirus.

3. NON toccarti occhi, naso e bocca. Le mani rappresentano la parte del corpo che entra maggiormente a contatto con oggetti e superfici, se contaminate, possono trasferire il virus all’interno del corpo attraverso occhi, naso o bocca.

4. Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci. Se ti copri bocca e naso con le mani potresti contaminare oggetti o persone con cui vieni a contatto, per questo motivo è preferibile starnutire e tossire all’interno del gomito o su un fazzoletto monouso che dovrai immediatamente smaltire una volta utilizzato.

5. Non prendere farmaci antivirali o antibiotici a meno che non siano prescritti dal medico. Gli antibiotici non funzionano contro i virus, ma solo contro i batteri. Il Nuovo CORONAVIRUS essendo, per l’appunto, un virus non necessita di antibiotici come mezzo di prevenzione o trattamento.

6. Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol per uccidere il nuovo CORONAVIRUS se presente sulle superfici. Sono inclusi disinfettanti a base di candeggina / cloro, solventi, etanolo al 75%, acido peracetico e cloroformio.

7. Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o se assisti persone malate. L’OMS raccomanda l’uso della mascherina soltanto in questi casi. Il suo uso limita la diffusione del virus solo se vengono adottate altre misure igieniche come lavarsi le mani per almeno 20 secondi.

8. I prodotti provenienti dalla Cina non sono pericolosi. L’OMS ha dichiarato che le persone che ricevono pacchi dalla Cina non sono a rischio di contrarre il nuovo CORONAVIRUS, perché non è in grado di sopravvivere a lungo sulle superfici.

9. Gli animai da compagnia non diffondono il Coronavirus. Al momento, non ci sono prove che animali da compagnia come cani e gatti possano essere infettati dal virus. Tuttavia, è consigliabile lavarsi le mani con acqua e sapone dopo il contatto con gli animali da compagnia.

10. Se hai febbre, tosse e difficoltà respiratorie, consulta immediatamente un medico. Se manifesti uno di questi sintomi non recarti presso ospedali o cliniche mediche, RESTA A CASA per non rischiare di contagiare altre persone. Avvisa via telefono il tuo medico e segui le indicazioni dell’autorità sanitaria locale.

11. Resta a casa. Esci solo per andare al lavoro o per ragioni di salute o per altre necessità, quali, per esempio, l’acquisto di beni essenziali. Devi comunque essere in grado di provarlo, anche mediante l’autodichiarazione che dovrai portare sempre con te, oppure, se non puoi stamparla, ti sarà fornita dalle forze di polizia statali e locali. Attenzione! Le autodichiarazioni saranno oggetto di controlli successivi e quelle non veritiere costituiranno reato.

 

Fonte: OMSRegione Lombardia e QuiFinanza.it

 

Leave a Comment